Diritto di famiglia

Diritto di famiglia

Lo Studio Legale Coen presta assistenza e consulenza in materia di separazione coniugale, affidamento di figli minori e procedure di divorzio.

La separazione coniugale può essere di natura consensuale o giudiziale.

Nel caso della separazione coniugale, le parti (i coniugi) decidono autonomamente e di comune accordo le condizioni economiche/patrimoniali e quelle riguardanti i figli minori (affidamento, diritto di visita, diritto di frequentazione dei nonni materni o paterni, ecc...)

In tal caso i coniugi possono farsi rappresentare anche da un solo avvocato.

Nella separazione di natura giudiziale, invece, ciascun coniuge viene rappresentato da un proprio avvocato e, poiché non vi è accordo sulle condizioni economiche o sull’affidamento dei figli, la decisione viene adottata dal Tribunale.

Con la procedura di divorzio i coniugi, dopo aver ottenuto da almeno tre anni la separazione coniugale, possono procedere allo scioglimento definitivo de proprio vincolo matrimoniale.

Anche in questo caso i coniugi possono decidere di intraprendere una procedura consensuale ovvero giudiziale.

È importante sapere che la Legge 162/2014 ha introdotto la possibilità di raggiungere un accordo negoziale in materia di separazione personale dei coniugi e divorzio nonché in materia di modifica delle condizioni raggiunte nelle rispettive procedure.

La procedura di negoziazione assistita (è richiesta l’assistenza di uno o più avvocati) è possibile sia in presenza sia in assenza di figli minori o maggiorenni incapaci, non economicamente autosufficienti o portatori di handicap grave.

Nel primo caso l’accordo raggiunto dai coniugi, per tramite del difensore, deve essere trasmesso entro giorni dieci al P.M. competente, il quale lo autorizza a condizione che lo stesso sia rispondente all’interesse dei minori.

L’Avvocato deve quindi trasmettere entro dieci giorni all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui il matrimonio è stato trascritto copia, autenticata dallo stesso, dell’accordo munito delle certificazioni di legge.

In mancanza di figli minori, di figli maggiorenni incapaci o economicamente non autosufficienti ovvero di figli maggiorenni portatori di handicap grave, l’accordo concluso tra le parti viene trasmesso al P.M. presso il Tribunale competente il quale, laddove non vi siano irregolarità, comunica il proprio nullaosta.

L’Avvocato deve quindi trasmettere entro dieci giorni all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui il matrimonio è stato trascritto copia, autenticata dallo stesso, dell’accordo munito delle certificazioni di legge.

L'accordo raggiunto a seguito della convenzione produce gli effetti e tiene luogo dei provvedimenti giudiziali che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili del matrimonio, di scioglimento del matrimonio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio

Share by: